Piccioni viaggiatori come corrieri della droga

Set
1

La prigione non sembra aver frenato il desiderio di loschi affari per un gruppo di etenuti del carcere di Zenica, in Bosnia, che ha messo in piedi un traffico di droga utilizzando piccioni viaggiatori.

L’occasione è arrivata da quello che doveva essere un programma di recupero, che prevedeva appunto un periodo di addestramento di piccioni viaggiatori. Quattro detenuti hanno imparato fin troppo bene e sono riusciti ad insegnare agli animali le rotte del traffico di droga e a contattare gli spacciatori. I piccioni trasporavano anche dosi di droga (principalmente eroina e cocaina) in bustine agganciate alle zampe.

Il traffico è durato alcuni mesi, finché alcune guardie non hanno notato lo strano bagaglio trasportato dai piccioni, individuando così la droga: a questo punto i detenuti sono stati sottoposti ad analisi del sangue a tappeto per scoprire se qualcuno aveva fatto uso di droga, permettendo così di individuare i quattro coinvolti nello spaccio.

ANSA