Ristorante cinese serve birre con topi vivi legati alla bottiglia per fare un gioco crudelissimo

Ott
6

CINA – Di solito quando parliamo dell’Estremo Oriente siamo sempre meravigliati delle bizzarre invenzioni in campo scientifico, tecnologico e quant’altro esca da quei cervelli che non possiamo fare altro che sorridere dalle belle ma strambe idee che giungono fino al nostro paese. La notizia di oggi però mette sotto un’altra luce il paese della Cina in particolare perché è alquanto macabra e crudele. In un ristorante, il proprietario ha inventato un gioco con dei ratti vivi che lega alle bottiglie di birra per aumentare la clientela.

Potrebbe sembrare una sorta di rivincita che l’essere umano si prende su quella specie animale che, ad essere sinceri, ha causato spesso anche nel corso della storia pestilenze, diffuso malattie, disordine e sporcizia in molte città. Ma stavolta il grado di crudeltà che quest’uomo ha raggiunto nei confronti di un altro essere vivente è veramente raccapricciante. Non si tratta di moralismo animalista, il giochino che fa guadagnare sempre di più al ristoratore senza scrupoli è stato diffuso sul web attraverso un video amatoriale, girato da alcuni clienti stessi del ristorante.

ratmain

Ma a causa dei forti contenuti, lo stesso sito di Youtube ha rimosso dal suo database. I quotidiani asiatici così parlano di questa notizia recente: il ristorante di cui non si fa il nome né viene menzionata la città in cui si trova, è un comune ristorante cinese. Due clienti ordinano il pranzo con una birra da bere. La bevanda viene servita pochi minuti dopo, naturalmente fredda ma con qualcosa che si muove legato su di essa: ciò che i due clienti si ritrovano a pochi centimetri di distanza sono due grossi ratti, legati stretti sul dorso della bottiglia.

Gli animali sono fissati a forma di X, hanno le braccia e le gambe immobilizzate con un laccio ma entrambi sono ancora vivi e vegeti. Lo stesso cameriere lo dimostra quando nel servire le birre colpisce i due topi con delle bacchette. Il quotidiano spiega il video dettagliatamente: all’inizio gli animaletti se la prendono con le bacchette, mentre uno cerca di morderle l’altro rimane impassibile e non si muove. Poi le due bottiglie vengono sistemate una davanti all’altra ed inizia un macabro spettacolo senza esclusione di colpi: il ratto più in forma inizia ad aggredire l’altro ratto.

live-rats-tied-to-beer-bottles-and-forced-to-fight-each-other-in-Chinese-bar

Il video fortunatamente non mostra tutta la vicenda, che viene spiegata a parole. Il gioco si tratta in pratica di uno spettacolino di lotta alla sopravvivenza tra i due ratti e non termina fino a che uno non ferisce a morte l’altro. Il proprietario della birra con il ratto “perdente” deve pagare il conto del pranzo per tutta la tavolata. In Cina sembra che ne vadano matti: il ristoratore è felicissimo della sua idea che a quanto dichiara attira sempre più clienti.

Questa attività sembra garantire più pulizia nel locale che si sta ripulendo dai parassiti e non solo: anche la digestione dei clienti trae beneficio da questo macabro spettacolo. Lo dice anche la medicina: durante una lotta, un combattimento il corpo riesce a elaborare meglio il cibo ingerito. È anche vero che ci sono modi e modi per dimostrare le teorie scientifiche.

fonte
http://www.curiosone.tv/birre-topi-126292/